Non è facile trovare in commercio biscotti senza grassi idrogenati (quelli del burro, per intendersi), senza latte e magari che possano andar bene a chi soffre di intolleranza al glutine… beh, nel cercare ho trovato una ricetta che piano piano ho modificato:

Ingredienti:

n.2 uova possibilmente bio

250g di farina di riso (se preferite e non siete celiaci si può usare anche quella di kamut)

90g di zucchero (a me piace usare quello di canna grezzo)

una tazzina di olio extravergine di oliva

Questi appena elencati sono gli ingredienti base, a me piace arricchirli con una di queste varianti:

– mango o pera e gocce di cioccolato fondente

– zenzero, un goccio di passito e cacao amaro in polvere 125g (in questo caso si dimezza la quantità di farina e si aggiunge  20g in più di zucchero)

– più elaborati ma buonissimi ( passione del mio compagno!) sono con scorza di arancia semi-caramellata e gocce di cioccolato fondente (per la caramellizzazione si prende mezza scorza di arancia fatta a pezzetti piccoli e si fanno bollire in poca acqua per circa 2-3 minuti. Una volta scolati li metto in una piccola padella antiaderente con 1 cucchiaio di zucchero e li giro a fuoco lento per circa 2 minuti)

Preparazione:

Sbattere le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.

Aggiungere l’olio e la farina ( io l’aggiungo piano piano e la lavoro via via) e lavorare l’impasto fino ad ottenere una consistenza abbastanza solida. Aggiungere a piacere gli altri ingredienti per arricchire i biscotti e rilavorare l’impasto. Disporlo su un pezzo di pellicola trasparente e fare una sorta di salame. Riporre l’impasto involtato nella pellicola in frigo per circa 15 minuti. Accendere il forno a 180° ricordandosi di tirare fuori la lettiera. Ricoprire quest’ultima con un pezzo di carta forno. Tagliare l’impasto a piccole rondelle non troppo spesse ed infornare per circa 20 minuti, ricordandosi a metà cottura di rigirare i biscotti.

Risultato garantito!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *